Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

ASD FRENTANIA Serracapriola

STORIA

STORIA DELLA SOCIETA'


 

LA STORIA DELLA FRENTANIA

E DEL CALCIO A SERRACAPRIOLA

 

Sbirciando nel passato dell'attuale A.S.D. FRENTANIA, già U.S. FRENTANIA, ci si accorge di tante piccole curiosità. Si viene a sapere, per esempio, che il gioco del calcio a Serracapriola (sia come sport che come hobby per i giovani) fece la sua prima apparizione nel 1914: fu il Sig. Giuseppe Galelli ad insegnare ad un gruppo di giovani studenti, i primi rudimentali elementi del gioco del calcio. La Prima Guerra Mondiale segnò l'interruzione dell'inizio dell'attività sportiva, che riprese, fra tante difficoltà, nel 1922, da parte di un gruppo di giovani studenti delle scuole superiori che vivevano fuori Serracapriola: questi fondarono l'U.S. VECCHI, sotto la presidenza del Sig. Luigi Rogato, fino al 1925.
 
Dal 1926 al 1929 la società passo sotto la guida dell'Avv. Giovanni Gallo:per il colore delle maglie venne scelto l'azzurro, richimando cosi quello della Nazionale di Calcio. Si giocava su campetti improvvisati, prima nella zona dell'attuale Consorzio Agrario, poi nella zona Cappuccini (dove sorge l'A.S.L.). Gli incontri amichevoli avvenivano nel periodo luglio/settembre con squadre dei paesi limitrofi. Per citarne alcune: Torremaggiore, San Severo, San Paolo, Ururi... Dal 1930, sotto la guida del Geometra Camillo Gallo, si cominciarono ad organizzare campionati provinciali sostenuti dalla FIGC: tutto questo attraverso l'O.N.B (Opera Nazionale Balilla - settore sportivo) prima, e poi tramite il G.I.L (Gioventù Italiana del Littorio). Dal 1931 si cominciò a giocare sull'attuale campo sportivo "SAN FELICE", con la partecipazione, nella stagione sportiva 1931-32, al I Campionato sotto la denominazione "U.S. SERRACAPRIOLA". Si svolse attività sportiva fino alla stagione 1939-40; dal 1940 al 1944, causa il Secondo Conflitto Mondiale, ci fu' un periodo di inattività sportiva.
 
Dalla stagione sportiva 1944-45 la nuova società creatasi, sempre sotto la presidenza del Geometra Camillo Gallo, fu denominata "U.S. FRENTANIA", richiamandosi alle origini di Serracapriola come terra dei Frentani, popolo che ha influenzato la nascita nostro paese. L'antica tradizione vuole che su questo colle, in tempi remotissimi, sorgesse l'antica ROCCA FRENTANA e precisamente dove attualemnte sorge la Chiesa di San Mercurio. Dagli anni '50 l'U.S. Frentania passò sotto la dirigenza del Sig. Guerino Leombruno, e successivamente, negli anni '80 e '90, sotto la dirigenza rispettiva del Sig. Alberto Rendine e Domenico Pilolli. Partecipò sempre, tranne qualche anno, ai campionati di calcio di 1°, 2° e 3° Categoria nonchè ai campionati Juniores organizzati dalla FIGC Comitato Provinciale di Foggia fino alla stagione 1986/87.
 
Dalla stagione sportiva 1987/88 si passò alla FIGC Comitato Provinciale Campano con la partecipazione al campionato di Calcio di 3^ Categoria Provincia di Campobasso. Dopo due stagioni, precisamente quella sportiva 1989/90, fu vinto il Campionato di 3^ Categoria e da qui iniziò l'escalation, fino ad arrivare in quella '93/'94 e '94/'95 a disputare il campioato di Eccellenza.
Nella stagione sportiva '95/'96, a causa della mancata iscrizione al campionato di Eccellenza e per la perdita del titolo, si era persa da parte di tantissimi appassionati del "CALCIO GIOCATO" ogni speranza di poter assistere ad una partita di calcio al "San Felice". Invece, nel Novembre 95, con la nuova società sportiva "U.S. SERRACAPRIOLA CALCIO", sotto la presidenza del Sig. Alberto Rendine, si ripartì con l'apertura della scuola calcio intitolata a Matteo De Renzis, Medico e grandissimo calciatore che ci lasciò imporvvisamente (a tal proposito sono da ricordare il borioso Alberto Taunisio, il mitico Guerino Leombruno e Alfredo D'Amico, giocatore di grande classe attaccatissimo ai colori sociali).
 
Nel 2000 il campo sportivo fu dichiarato inagibile dagli organi competenti, per cui si sospese ogni attività sportiva. Dal 2003, lo stesso impianto, passò di proprietà del comune che si adoperò per la ristrutturazione e la conseguente inaugurazione nel 2006. In seguito a tutte queste vicissitudini, il calcio è improvvisamente risorto, anche se inizialmente a livello giovanile, con al riapertura della scuola calcio nel 2007 e continuerà a vivere, si spera, per tanti ma tanti anni ancora. A riportare nuovamente in auge lo sport più amato e seguito in paese, qual'è Serracapriola, tradizionalmente votato al gioco del calcio, è stata la neocostituita "A.S.D. FRENTANIA", ed in particolare un gruppo di persone giovani e meno giovani, che, sotto la presidenza di Alfredo D'Amico, hanno deciso di riprendere l'attività calcistica iniziando dalla base e cioè dalla scuola calcio.
 
Nel la stagione 2007-2008 l'A.S.D. FRENTANIA contava 55 iscritti al Centro Calcistico di Base e prese parte al raggruppamento (campionato senza classifica) della Categoria "Pulcini" organizzato dal Comtato Provinciale Molise Sezione di Campobasso.
 
Nel 2008-2009 gli iscritti furono 53 e si prese parte al campionato Pulcini con due squadre e al torneo provinciale Esordienti intitolato al presidente scomparso Alfredo D'Amico (con la presidenza del sig. Silvio Leombruno).
 
Nel 2009-2010 gli iscritti salirono a 60 partecipando ai campionati provinciali Pulcini ed Esordienti iscrivendosi, dopo un'accurata selezione, al Campionato di Terza Categoria come terminale per il futuro dei giovani ragazzi della Scuola Calcio. Fu' disputato un campionato eccezionale e i ragazzi guidati di Mister Michele Leombruno plasmarono il carattere della loro guida; spinti da grinta e determinazione chiusero il campionato a 6 giornate dal termine; numeri da capogiro con 67 punti in 26 partite, con 21 vittorie, 4 pari ed 1 sconfitta; 126 goal fatti e 26 subiti. A coronare la stagione fu' il 23 maggio a Pettoranello quando la vittoria per 3 a 0 sull'Atletico Sanniti sancì il titolo di campione molisano di terza categoria battendo l'avversaria vincente girone di Isernia.
 
Nel 2010-2011 si partecipo' ai campionati provinciali Pulcini ed Esordienti, e si partecipo' al campionato di Seconda Categoria, mister Leombruno guida la squadra per metà campionato, a lui subentra Mr Benito Pracella; giunti secondi alle spalle del Castelmauro sfumò il sogno della doppia promozione ai play off battuti in entrambe le bare di Semifinale dalle Acli di Campobasso.
 
Nel 2011-2012 oltre ai campionati Pulcini ed Esordienti, gli Allievi sono la novità annuale e si partecipa al campionato provinciale giungendo secondi alle spalle della Turris e vincendo il trofeo Disciplina. La Seconda Categoria a sua volta è protagonista nuovamente nel proprio girone, con le antagoniste Olimpia Kalena e Sporting Termoli si da vita ad un campionato sul filo del rasoio con gli scontri diretti a sancire la leader ship. L'Olimpia cede il passo allo Sporting dopo le doppie sconfitte rimediate a Serracaprioola e a Termoli a favore degli adriatici, mentre quest'ultimi nell'ultima giornata del girone di andata devono abdicare in favore dei frentani con la sconfitta a Serracapriola; il girone di ritorno è un susseguirsi di vittorie a tre corsie, l'Olimpia è tagliata fuori dai giochi con le sconfitte rimediate negli scontri diretti e il campionato se lo aggiudica lo Sporting con la vittoria dell'ultima giornata al Cannarsa per un punto battendo i rosanero nello scontro diretto. Nei play off la cattiveria agonistica non lascia scampo in semifinale all'Angioina Colletorto e poi all'Olimpia Kalena in finale. Da segnalare il forte numero di spettatori al seguito della squadra che in casa e fuori sono stati e continuano ad essere il dodicesimo uomo in campo per i rosanero.
 
Nel 2012-2013  i Piccoli Amici sono impegnati in vari raggruppamenti (Montenero di Bisaccia, San Paolo Civitate e Isernia),  Pulcini ed Esordienti difendono i colori rosanero nei provinciali 6 contro 6 e 7 contro 7 partecipando anche a fine stagione ai tornei di Casalnuovo Monterotaro e Lucera in una prima esperienza a 11. Dopo l'annata positiva precedente degli Allievi spinge l'intero ambiente a riprovare l'avventura, stracciando il campionato provinciale conoscendo solo il sapore della vittoria e siglando in 18 partite 100 reti, sotto la guida di Mister Leombruno; i ragazzi sono bravi e si fanno notare anche in prima squadra, tanto da spingere la società a portarli a fare dei provini nel calcio che conta. Da neopromossi in Prima categoria l'obiettivo stagionale era una salvezza tranquilla; l'impatto con il nuovo campionato non è dei migliori, complice anche un pizzico di sfortuna, ma dopo l'apice negativo della 7° giornata complice la sconfitta di Santa Croce dove il penultimo posto era il piazzamento degli uomini guidati dallo stesso Leombruno; il cambio di marcia è perentorio, vittoria dopo vittoria si scala la classifica, superando sul campo anche le prime del girone, guadagnando stima e riverenza da parte delle avversarie, che vedono il Comunale una sorta di emozionante traguardo per l'affluenza di pubblico al seguito della squadra. A due giornate dal termine il piazzamento play off è in tasca e coronamento di una splendida cavalcata; in semifinale le Acli di CB, tra le mura amiche ed  in una sfida secca devono attendere i supplementari per liberarsi dei rosanero, dopo essersi portati in vantaggio di 2 reti subiscono la rimonta (il carattere non manca) e sono costretti all'extra time dove avranno la meglio su di un avversario mai domo.

La stagione 2013-2014 è quella del centenario.
I Piccoli Amici sono stati impegnati nei due raggruppamenti stagionali al Palasport di Montenero di Bisaccia (gennaio) e al Cannarsa di Termoli (giugno) in minipartite 5 contro 5. I Pulcini hanno partecipato al loro campionato provinciale primaverile del 6 contro 6; essendo i ragazzi di un bel numero elevato sono state iscritte due squadre. Invitati, hanno partecipato al torneo di Agnone (Agnonese società di serie D con altre club di categoria) giungendo 4°. Nella stessa categoria i Pulcini più grandi, nella sessione invernale,  sono stati lanciati nella categoria superiore degli Esordienti partecipando al provinciale del 7 contro 7, terminando il campionato imbattuti. Gli Esordienti si sono mossi per la prima volta in un campionato a 11, presentandosi al Provinciale come la novità assoluta; il campo a dimensioni standard, e con tutte le regole del calcio a 11 gli ha un po’ spiazzati all’inizio, ma sono riusciti a fare la loro bella figura giungendo nella classifica finale al 6° posto su 11 squadre con 24 punti. Importante anche la partecipazione al torneo di Portocannone a giugno con tutte società del basso Molise. Gli Allievi stravincitori del 2012-2013 del campionato provinciale, sono cresciuti e la partecipazione al campionato Juniores è divenuta l’alternativa anagrafica ed il percorso naturale da seguire. Partiti nella fase di qualificazione con altre 32 formazioni suddivise in quattro gironi, la Frentania si è piazzata terza con la miglior difesa, in un girone di ferro dove le prime quattro erano racchiuse in altrettanti punti, superando il turno ed accedendo con altre 15 formazioni alla fase regionale;  solo le prime quattro di ogni girone sarebbe approdata poi alle semifinali. I nostri ragazzi si sono impegnati fino all’ultimo minuto, regalando soddisfazioni ed emozioni, dove nell’ultima partita in casa prima un rigore sbagliato e  poi la traversa al 95’ ha purtroppo spento il sogno di approdare tra le migliori quattro. Il campionato di Prima Categoria è stata una cavalcata memorabile, con mister Buro nuovo allenatore, la partenza è un po' a corrente alternata, la sconfitta casalinga contro l'Endas (0-1) a dicembre, con arbitro protagonista, ha innescato una miccia di risultati consecutivi con 15 vittorie e 4 pareggi, risalenda la classifica e chiudendo quarti la regular season. La vittoria nella semifinale play off contro il Quartiere Nord di CB per 2 a 1, regala la gioia di sfatare, finalmente, il campo del Selva Piana di Campobasso, che ci vede nei play off sempre perdenti. La successiva finale vinta a Termoli contro lo Sporting per 1 a 0 trasferisce la festa in paese con tutta la tifoseria che nonostante le due trasferte è sempre stata al fianco dei ragazzi.
Nasce la tifoseria organizzata che segue anche in trasferta la squadra.  Le fatiche non sono ancora finite, per accedere direttamente in Promozione bisogna affrontare le vincenti dei play off degli altri due gironi: i cugini Pugliesi del Pietramontecorvino ed il Real Prata (CE). Alla fine di questi due spareggi la Frentania nonostante non avesse perso nessuna delle due gare nei tempi regolamentari, ma superata solo ai rigori in entrambe le sfide risulta essere la seconda avente diritto n caso di ripescaggio.

La stagione 2014-2015 si apre con l'affiliazione della società con il Pescara Calcio; a ottobre cambio di presidenza al dimissionario Silvio Leombruno subentra il suo vice Galante Fortunato. I Piccoli Amici, i più piccoli rosanero parteciperanno nell'arco dell'anno al consueto raduno invernale di Montenero, e a quelli più ristretti di Larino e Termoli. I Pulcini oltre al consueto appuntamento provinciale Primaverile del 6 contro 6, vengono inseriti nel provinciale Invernale per dare più spazio al gran numero di giovani calciatori della categoria. Per gli Esordienti nel provinciale 7 contro 7, una stagione da incorniciare, mai sconfitti nel loro raggruppamento si sono distinti regalando momenti di vero calcio, nonostante nella categoria non esistano classifiche la stagione è da ritenersi ottima e sulle orme della precedente. I Giovanissimi sono la vera novità stagionale, i ragazzi che nel 2013-2014 si sono cimentati negli Esordienti a 11, si ritrovano nella nuova categoria a giocarsela con ragazzi di società rivali di uno o addirittura due anni di età superiore e con più esperienza, ma nonostante tutto anche loro sono stati capaci di togliersi qualche soddisfazione e a riuscire a portare a casa risultati importanti. Tutto il settore giovanile vanta di circa 70 tesserati. La Juniores cresce e migliora come il buon vino quando invecchia, i ragazzi si distinguono nella loro categoria fino a livello regionale dove i mister delle due rappresentative (Allievi e Juniores) non possono non mettere gli occhi su quattro elementi rosanero; Vatavu, Maccione, Cacchione e Trombetta provano l'esperienza di allenarsi con la rappresentativa ma a fine stagione solo il primo dei quattro, parte per Milano partecipando al torneo delle regioni. Nel loro girone la Juniores proprio all'ultima giornata scavalca la Gioventù Calcio Dauna (che a fine campionato porterà a casa il titolo regionale) battendola al comunale  e vincendo il girone, ma questo non basta per accedere alle fasi regionali, nei play off nello scontro derby col Pietramontecorvino risulta decisiva la rete subita al 90' in casa per il finale 3-2 per i rosanero (1-0 all'andata per il Pietra) dove le reti siglate in trasferta fanno la differenza per il passaggio del turno. Per quanto riguarda la prima squadra l'atteso ripescaggio di fine 2013-2014 si materializza a preparazione avviata con una squadra pronta per fare la Prima Categoria; a quasi una settimana dall'inizio della Coppa Italia la Frentania è catapultata nel campionato di Promozione, una categoria meritata ma un po' indietro alle concorrenti che sono già all'opera da quindici giorni e con organici sicuramenti più consoni. Le prime sette giornate sono quasi da dimenticare, un cantiere aperto; si deve risistemare la squadra col cambio di allenatore avvenuto in estate, con giocatori che hanno mollato all'ultimo momento verso nuovi lidi, ed allora ritrovarsi fanalino di coda con 2 punti non è proprio idillliaco. In coppa Italia le cose vanno un po' meglio si passa il turno come prima classificata e si raggiungono i sedicesimi dove il Pietramontecorvino ne avrà vinta per una rete tra andata e ritorno. All'ottava giornata di campionato la Frentania trova la sua prima vittoria cominciando a giocare in casa (il comunale è in fase di ristrutturazione per adeguarsi alla nuova categoria, e fin qui si è giocato in casa a Chieuti o/e Ururi); fattore campo che risulterà determinante per provare a cercare di uscire dal profondo baratro, grazie al pubblico e a qualcosa che i ragazzi riescono a dare in più su di un terreno ostico a chi è abituato a giocare di solito sul velluto. In casa non c'è pane per nessuno e le vittorie fioccano, il neo sono proprio le trasferte, dove la vittoria non sarà mai raggiunta. Mentre la difesa traballa, l'attacco va spesso a segno essendo uno dei più realizzatori del girone, senza un vero e proprio bomber, ma con una rosa capace di ridistribuirsi le reti all'interno dell'organico. La salvezza diretta tanto desiderata e cercata, sfuma all'ultima giornata per un punto, ma la lotteria dei play out sorride ai rosanero che con un pari nei tempi supplementari permette al paese intero di festeggiare...

Stagione 2015-2016. Tutto il settore giovanile vanta di circa 70 tesserati. I Piccoli Amici, i più piccoli rosanero parteciperanno nell'arco dell'anno al consueto raduno invernale di Montenero, e a quello di Termoli. I Pulcini prima del consueto appuntamento provinciale Primaverile del 6 contro 6, partecipano al torneo dell'Immacolata di Difesa Grande vincendolo e battendo squadre molto più quotate.. Per gli Esordienti si partecipa, dopo un paio di anni, al provinciale a 11, una stagione di esperienza che porta tante soddisfazioni terminando in classifica generale al 5° posto. I Giovanissimi dopo l'anno di transizione della precedente stagione, si tolgono parecchi sassolini dalle scarpe giungendo al 3° posto al termine del campionato. La Juniores resta sempre tra le più accreditate del basso molise, giunge 2° dietro al Petacciato per 1 punto nel raggruppamento provinciale, e partecipa alle fasi regionali dove verrano eliminati dal Baranello;  Cacchione e Dambra provano l'esperienza di allenarsi con la rappresentativa dopo la convocazione. Per quanto riguarda la prima squadra si parte con una costruzione di squadra per puntare alla salvezza diretta e tranquilla nel campionato di Promozione, ma si costruisce una squadra che giorno dopo giorno entusiasma l'ambiente, toccando a tratti anche la vetta della classifica, ma il Guglionesi risulta essere più quadrata come squadra e si ritrova al giro di boa con 7 punti di vantaggio sui rosanero appaiati col Campodipietra. Passano le prime due, ed il testa a testa si protrae fino all'ultima giornata dove gli uomini di mr Leombruno si trovano in vantaggio di un punto dopo lo sconro diretto. Nel fotofinish il pesante tracollo a Sant' Elia catapulta i frentani agli spareggi play off. Vincenti in semifinale, col Baranello, la debacle a Gambatesa con lo Spinete per uno sfortunato 1 a 0 porta solo tristezza in casa rosanero. Imbattuti in casa con soli due pareggi e solo vittorie, ma zoppicatori in trasferta...

Stagione 2016-2017. Tutto il settore giovanile vanta anche per questa stagione di circa 60 tesserati. I Piccoli Amici, i più piccoli rosanero parteciperanno nell'arco dell'anno al consueto raduno invernale questa volta al palasport di Termoli. I Pulcini partecipano al torneo primaverile. Per gli Esordienti si partecipa, al provinciale a 9 contro 9. I Giovanissimi (ex esordienti 15-16) vivono un anno di transizione ma nella seconda parte di stagione si tolgono qualche sassolino dalla scarpa dando filo da torcere a società più blasonate nonostante avendo in rosa solo elementi del primo anno in categoria. La Juniores vive un cambio generazionale, i più veterani vivono a pieno ritmo la prima squadra, qualche elemento si perde per strada per studio o altri motivi, gli ex giovanissimi divenuti allievi non riescono a dare i numeri per formare una squadra di Allievi ed allora tra neo allievi ed ex juniores si compone una squadra soltanto che non naviga più nella vetta della classifica del provinciale Juniores ma diventa una formazione più modesta ma con ambizioni future. Per quanto riguarda la prima squadra, a fine maggio si è partito col mettere il primo sigillo, affidando la rosa a mr Leo Tanga, avversario nella precedente stagione quando guidò i Lupetti Guglionesi alla vittoria del campionato. Si è cercato di non stravolgere la rosa che nel precedente anno avevo tanto fatto bene e sorprese i suoi avversari in Promozione, rinforzandola con un elemento per reparto. Il duello con il Bojano ed il Boys Jelsi si è protratto fino all'ultima giornata quasi, i Rosanero si sono piazzati secondi festeggiando la promozione diretta in Eccellenza dopo 22 anni, tra caroselli per il paese in festa coinvolgendo grandi e piccini...

 
ALBO STORICO PRIMA SQUADRA DOPO LA RIFONDAZIONE ATTUALE
 
STAGIONE .. CATEGORIA .. TRAGUARDO RAGGIUNTO
2009-2010     1° classificata + trofeo tra le vincitrici vari gironi
2010-2011     2° classificata regular season; sconfitta in semifinale 4° class. dopo play off
2011-2012     2° classificata dopo regular season + vincente play off
2012-2013     5° classificata dopo regular season + sconfitta semifinale play off
2013-2014     4° class. regular season + vinc. play off + perd. ai rigori spareggi intergironi
2014-2015   Promozione   12° classificata dopo regular season + vincente play out
2015-2016   Promozione   3° classificatadopo regular season, perdente finale play off
2016-2018   Promozione   2° classificata dopo regular season (promozione diretta in eccellenza)
 
Massimiliano Di Cesare e Tony Colella
 
(fonte: "96 anni di passione" di GEREMIA PERGOLA)